Invito

“Il conclave del 1823”

Il volume e la mostra da Genga a Roma

 

Lunedì 13 febbraio, alle ore 17.30 sarà presentato a Roma, nel complesso di San Salvatore in Lauro, l’evento “Il conclave del 1823 e l’elezione di Leone XII”, promosso dal Comune di Genga e dall’associazione “Sulla pietra di Genga”, ospitato dal Pio Sodalizio dei Piceni. Il volume è pubblicato dall’Assemblea Legislativa delle Regione Marche, la mostra è finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana e rimarrà aperta fino al 26 febbraio.

L’evento sarà presenziato da S.E. Rev.ma il cardinale Raffaele Farina, Antonio Mastrovincenzo, presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Marche, S.E. mons. Stefano Russo, vescovo di Fabriano-Matelica, Giuseppe Medardoni, sindaco di Genga, Marco Ottaviani, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana, e Giovanni Castellucci, presidente del Pio Sodalizio dei Piceni. Interverranno Maria Antonietta Visceglia, professore ordinario di storia moderna de “La Sapienza” Università di Roma, e Marcel Chappin, professore emerito della Pontificia Università Gregoriana. Modererà Matteo Matzuzzi, giornalista de “Il Foglio”.

Quello del 1823 fu un conclave difficile, l’attesa era grande perché il pontificato precedente era stato molto lungo e per le forti pressioni messe in atto dalle potenze europee sulla scelta dei cardinali. Nel volume, oltre ai saggi critici sulle posizioni di Impero d’Austria, Francia, Spagna, Russia, Regno Unito etc, sono pubblicate le relazioni degli ambasciatori e le memorie dei cardinali conclavisti, una eccezionale testimonianza di prima mano offerta da chi visse il conclave da spettatore o da protagonista. Si rivelano così inaspettati retroscena, che illuminano la vicenda e permettono una nuova lettura storiografica dell’evento e del periodo.

Il volume e la mostra, curati da Ilaria Fiumi Sermattei e da Roberto Regoli, sono parte di un progetto pluriennale sul pontificato di Leone XII, il gengarino Annibale della Genga papa dal 1823 al 1829. Dal 2012, ogni anno il progetto approfondisce un tema specifico del pontificato leonino, in modo da far crescere gradualmente gli studi e la bibliografia, e celebrare nel 2023 il bicentenario dell’elezione al soglio pontificio di Leone XII con una mostra e un volume di più ampio orizzonte, che raccolgano i risultati delle ricerche avviate nel corso degli anni.

I volumi, che presentano le ricerche di importanti studiosi italiani e stranieri, affiancano le mostre allestite a Genga, durante l’estate, e a Roma, nell’inverno successivo, a San Salvatore in Lauro ospite il Pio Sodalizio dei Piceni.

 

TOP